GLI ORTONESI RACCONTANO ORTONA

itOrtona

INTERVISTE

Anna Maria Pierdomenico presenta i suoi libri a Ortona

Anna Maria Pierdomenico con il suo libro

Nell’ambito della famosa sagra Antichi Sapori di Ortona, un bello spazio sarà riservato alla cultura: abbiamo incontrato la scrittrice Anna Maria Pierdomenico.

Anna Maria, tra scienza e letteratura

La passione per la scienza e la ricerca e quella per i libri, questi sono i due fari che illuminano la via di Anna Maria Pierdomenico. Nativa della vicina Canosa Sannita ma presto adottata da Francavilla al Mare, Anna Maria presenterà la sua ultima fatica, Il Giglio Insanguinato, la sera del 13 agosto a Ortona, nel quartiere Terravecchia.

Anna Maria Pierdomenico, foto presa da Facebook

I successi nella ricerca

Abbiamo incontrato la giovane autrice per parlare dei suoi lavori letterari, della presentazione, ma anche del suo impegno come ricercatrice. Infatti molti lavori della biologa sono stati pubblicati su importanti riviste internazionali e recentemente c’è stata anche una bella soddisfazione. “Ho lavorato per molto tempo nella ricerca sulla fibrosi cistica e di recente un mio lavoro scientifico è stato menzionato da un’importante rivista americana. È stata oltre che una soddisfazione, una grande emozione”.

Il primo romanzo, Rebecca. La Figlia del Diavolo

Ma la grande passione di Anna Maria è la scrittura. Attiva da qualche anno con Tabula Fati, ha pubblicato due romanzi: Rebecca. La Figlia del Diavolo e Il Giglio Insanguinato.
“La storia di Rebecca prende le mosse dall’esecuzione del Capitano Ramon, nella Spagna della seconda metà del ‘500. Il militare verrà salvato appunto da Rebecca, che intende servirsi di lui per liberare il padre, un famoso pirata recluso da cinque anni in un’inespugnabile fortezza”. Il romanzo è un classico dell’avventura, a testimonianza delle radici dell’autrice, saldamente legate alla lettura di Salgari, Dumas e tanti altri autori di classici.

Anna Maria Pierdomenico in posa davanti al Castello

Il Giglio Insanguinato

Il Giglio Insanguinato inizia invece dall’assassinio, nella Parigi del 1601, di un arcivescovo in odore di santità. Il suo cadavere viene rinvenuto con la gola tagliata e un giglio bianco tra mani. Per investigare su questo delitto, dal Vaticano vengono inviate due spie, Fiamma e Giulio Ranieri, che avranno anche il compito di sondare la lealtà del re di Francia”. Questo secondo lavoro, ben scritto e dalle ambientazioni ricostruite in modo certosino, è diventato un piccolo caso letterario locale per gli ottimi risultati di vendita.

L’amore per la storia

Nei due romanzi emerge prepotente l’amore della Pierdomenico per la storia e la sua capacità di ricostruire le atmosfere dei vari periodi narrati. Frutto, questo, di lunghe ricerche storiche e accurata documentazione. “L’amore per la storia ce l’ho da sempre – ci ha confessato – credo sia innato. La documentazione è un lavoro lungo e faticoso, tra biografie e testi dell’epoca, visto che sono molto accurata nelle ricostruzioni, ma, data la mia passione, non mi pesa molto”

Anna Maria Pierdomenico e i racconti

Ma Anna Maria è un vero e proprio vulcano e le sue mille iniziative non si limitano a questi due romanzi. Il racconto Vi prendo e vi porto via narra l’eroica storia della maestra Lola Di Stefano di Bussi ed è stato inserito nella raccolta Raccontami l’Abruzzo Vol.2. La Gatta è invece un racconto ambientato tra Lanciano e Villa Caldari inserito ne L’Ammidia, volume che raccoglie le storie delle streghe d’Abruzzo.

Clara, il racconto pluripremiato

Una menzione a parte per Clara, racconto pubblicato su riviste e raccolte e che sta molto a cuore ad Anna Maria: “Clara è un racconto che mi ha procurato diverse soddisfazioni, è risultato tra i vincitori di due concorsi, è stato pubblicato su una rivista letteraria e soprattutto è stato molto apprezzato dal professor Burioni, a cui ho voluto farlo leggere proprio perché parla del controverso tema dei vaccini. È un racconto che spero possa dare anche spunti di riflessione”.

Anna Maria Pierdomenico con i suoi Books

Le esperienze come conduttrice

Anna Maria è inoltre molto attiva nel mondo dell’editoria locale; spesso anima le presentazioni – non solo le sue – come abile conduttrice e ha da poco concluso un’esperienza televisiva con un rubrica fissa di interviste a scrittori in una televisione locale.

Anna Maria Pierdomenico e Ortona

Anna Maria Pierdomenico è anche innamorata di Ortona, cittadina vicinissima a Francavilla, dove fugge in cerca di ispirazione appena può. “Il mio luogo del cuore a Ortona è sicuramente il Castello Aragonese – ci confida – quando sono lì mi sembra di precipitare dentro la storia. Dalle invasioni turche via mare ai tragici giorni della piccola Stalingrado. Ma Ortona per me è legata anche all’amicizia con la scrittrice Sonia Bucciarelli e alle tante presentazioni tenute.”

L’appuntamento a Antichi Sapori

E non poteva essere altrimenti, visto il fascino di Ortona. Siamo sicuri che Anna Maria Pierdomenico farà tanta strada nel mondo della scrittura e, perché no, che a ispirarla sarà anche la storia di Ortona. Per ora vi ricordiamo l’appuntamento per la sera del 13 agosto, dopo le 19.30, nel quartiere Terravecchia.

Anna Maria Pierdomenico presenta i suoi libri a Ortona ultima modifica: 2019-08-09T09:00:01+02:00 da Andrea La Rovere
To Top