CHIESE

Chiese di Ortona, a spasso tra fede e bellezze storiche

Una veduta di Ortona

Una veduta di Ortona

Un percorso nella fede ma anche tra le bellezze artistiche di Ortona e, soprattutto, un’idea per una bella passeggiata tra le vie della nostra cittadina. Iniziamo il viaggio tra le chiese di Ortona.

La Basilica di San Tommaso

Alcune delle chiese di Ortona meriteranno sicuramente in seguito un articolo a parte, per oggi ci limiteremo a offrirvi il quadro generale di questo percorso. Iniziamo ovviamente con la Cattedrale di San Tommaso, l’edificio religioso più importante della città. Costruita agli albori del Cristianesimo, in stile paleocristiano, fu inizialmente consacrata a Santa Maria Regina degli Angeli. Incendiata e distrutta dai Normanni, fu ricostruita e tornò in uso nel 1127.

Basilica San Tommaso

Basilica San Tommaso

L’arrivo delle reliquie

Fu il marinaio ortonese Leone Acciaioli che vi portò i resti di San Tommaso dall’Isola di Chio. Questo accadeva nel 1258, quando l’edificio fu intitolato all’apostolo, divenendo la più importante tra le chiese di Ortona. Ma la storia della Cattedrale è costellata di distruzione e rinascite. Nel 1566, quando andò distrutta a seguito delle invasioni turche e poi nel 1943, distrutta dai nazisti. Delle strutture originali rimangono due portali, uno del 1312 e uno ancora precedente. La Cattedrale è oggetto di numerosi miti e leggende di cui vi parleremo sicuramente in modo più approfondito.

Chiese di Ortona: la Santissima Trinità

Una delle chiese di Ortona è invece rimasta intatta dalla sua costruzione nel XVII secolo. Si tratta della Chiesa della Santissima Trinità. Lo stile architettonico è romanico e la chiesa fu consacrata nel 1645. La struttura è molto semplice e lineare, impreziosita da un tabernacolo in legno intarsiato e da alcuni dipinti del pittore Giovan Battista Spinelli. Caratteristico il prospiciente ex convento dei Cappuccini, situato come la chiesa stessa presso l’attuale cimitero comunale. All’interno un bel chiostro e una navata in stile Barocco.

Santa Maria di Costantinopoli

Proseguiamo la passeggiata tra le chiese di Ortona con Santa Maria di Costantinopoli. La sua storia segue parallelamente quella della Cattedrale, con varie distruzioni. Situata in via Don Bosco, fu edificata dai frati Celestini assieme al convento nel XIII secolo. Distrutta anch’essa durante l’invasione turca, fu ricostruita e di nuovo distrutta quasi totalmente nella Seconda Guerra Mondiale. Della struttura originale rimane un brandello di facciata, un affresco bizantino e una bella tela di Giambattista Rusticone del 1583.

Santa Caterina d’Alessandria

Tra le chiese di Ortona merita un’ampia trattazione quella di Santa Caterina d’Alessandria. Pur danneggiata dai bombardamenti dell’ultima guerra mondiale, è l’unica a conservare l’originale struttura barocca. Ospitò il Convento delle Celestine, uno dei più fiorenti della città. A tale chiesa è legato il misterioso e leggendario miracolo del crocifisso sanguinante. Vi è un altare marmoreo del XIX secolo, di scuola napoletana. Sono presenti dei bellissimi dipinti di G. B. Spinelli del seicento.
Il portale è in pietra e la porta intarsiata.

Santa Caterina

Santa Caterina

La Madonna dell’Olivastro

Concludiamo con la Chiesetta della Madonna dell’Olivastro o Madonna delle Vasche. Tra le chiese di Ortona è l’unica situata poco fuori dalla città. L’epoca si colloca tra il XVII e il XVIII secolo e lo stile è il romanico rurale. La struttura non è in condizioni del tutto ottimali e la chiesa, nella sua semplicità risulta molto pittoresca sia negli esterni che negli interni riccamente decorati.

 Le altre chiese di Ortona

Concludiamo con un elenco delle chiese di Ortona minori che però meritano comunque una visita. La Chiesa di San Giuseppe, la Chiesa del Purgatorio, quella della Madonna della Pace o Madonna delle Grazie. Troviamo poi la Chiesa di San Rocco, la Chiesa di San Zefferino, la Chiesa di San Francesco e della Madonna del Carmine e la Cappella del Crocifisso. Una menzione a parte per la chiesetta di San Donato, all’interno del Cimitero Canadese e alle rovine della Basilica di San Marco, di epoca longobarda.

Chiese di Ortona: San Rocco

Chiese di Ortona: San Rocco

Chiese di Ortona, a spasso tra fede e bellezze storiche ultima modifica: 2018-12-05T09:40:39+00:00 da Andrea La Rovere

Commenti

To Top