GLI ORTONESI RACCONTANO ORTONA

itOrtona

CHIESE

La Chiesa della Santissima Trinità di Ortona

Chiesa Della Santissima Trinità Di Ortona

L’edificio di culto più importante del comune ortonese è sicuramente la cattedrale, consacrata a San Tommaso Apostolo. Ed è a lei che spesso vengono dedicate quasi tutte le attenzioni dei turisti e delle istituzioni. In città, tuttavia, c’è anche un’altra chiesa che nasconde una storia importante e che, purtroppo, versa in cattivissime condizioni, anche a causa dell’indifferenza che l’ha circondata negli ultimi decenni. Si tratta della Chiesa della Santissima Trinità di Ortona, nata nel Seicento su iniziativa dei frati minori cappuccini, che si trasferirono proprio in questo periodo nella città abruzzese.

La Chiesa della Santissima Trinità, un edificio umile…

È l’aspetto spoglio e la facciata nuda della Chiesa della Santissima Trinità di Ortona ad indicare senza dubbio l’umile committenza, come detto, dei frati minori cappuccini. La sua costruzione avvenne all’inizio del XVII secolo e fu ultimata, come testimonia la data incisa sul portale, nel 1626. L’ingresso dell’edificio è preceduto da un grande portico sviluppato su quattro arcate. Sui fianchi della chiesa si trovano il campanile a vela, in posizione arretrata a destra dell’edificio e l’ex convento dei frati cappuccini, che oggi è ingloblato all’interno del cimitero di Ortona, che si trova sulla sinistra della chiesa. Questa struttura presenta la tipica pianta quadrangolare e il portico interno è costituito da un chiostro con due file di arcate a tutto sesto, nella cui zona centrale ancora si conserva il pozzo.

Chiostro Del Convento Della Chiesa Della Santissima Trinità Di Ortona

Il chiostro del convento. Fonte: wikipedia

L’interno della chiesa, compatibilmente con il periodo, si presenta in stile barocco. L’invaso è a navata unica, con tre cappelle che si trovano tutte sul lato sinistro. Il pezzo più pregiato dell’arredamento sacro è l’altare maggiore, che ospita un tabernacolo intarsiato realizzato dai fratelli cappuccini Maragoni. A commissionare quest’opera fu il religioso che era guardiano del convento, padre Giuseppe d’Ascoli, nel 1745, come riferisce lo storico Filippo da Tussio. Nella chiesa erano custodite alcune tele seicentesche, tra le quali l’Incoronazione della Vergine di Giovan Battista Spinelli, artista nato e morto in Abruzzo, con un’importante parentesi a contatto con la scuola barocca napoletana, in particolare con Battistello Caracciolo e Massimo Stanzione, di cui fu l’ultimo discepolo. La tela adesso si trova nel museo diocesano della città. Altro elemento di pregio della chiesa è l’organo, costruito a fine Ottocento dal piemontese Carlo Vegezzi-Bossi.

…in cattivo stato di conservazione

La Chiesa della Santissima Trinità, nonostante la sua indubbia importanza storica e artistica, versa in stato di abbandono. Danneggiata dal trascorrere dei secoli e dai bombardamenti del secondo conflitto mondiale, infatti, avrebbe bisogno di urgenti interventi di consolidamento e restauro.

Chiesa della Santissima Trinità di Ortona - Incoronazione Della Vergine

L’Incoronazione della Vergine di Giovan Battista Spinelli. Fonte: CulturaItalia

Il problema? I fondi, come sempre. In più occasioni, infatti, gli addetti del Ministero dei Beni Culturali hanno eseguito dei sopralluoghi per verificare lo stato di conservazione della chiesa. Dei finanziamenti paventati, tuttavia, non si è vista nemmeno l’ombra. L’unica soluzione è stata quella di spogliare l’edificio dei suoi capolavori pittorici, per evitarne il deterioramento. Questa soluzione, però, seppur necessaria ha depauperato il patrimonio artistico della chiesa e decontestualizzato le opere dal loro habitat. Dell’antica bellezza della chiesa è sicuramente rimasta ancora la sua impostazione originaria ed alcuni elementi conservati ancora discretamente, come il campanile a vela ed il porticato. E non possiamo che sperare che qualcuno possa provare a preservarli.

La Chiesa della Santissima Trinità di Ortona ultima modifica: 2019-05-21T09:00:15+02:00 da Luigi Bove
To Top