CHIESE

La Chiesa di Santa Caterina, storia e miracoli

Img 1818

La chiesa cristiana di Santa Caterina si trova di fronte al Teatro di Ortona e si affaccia sul Belvedere Orientale. Si trova quindi nel quartiere di Terranova, un quartiere già esistente nel 1400 e che per i secoli seguenti fu alloggio dei nobili della città. La parte principale di questa chiesa, l’oratorio, ha addirittura origini alto medioevali (in quanto esistente da prima dell’anno mille).

facciata della chiesa di Santa Caterina rivolta verso il mare

Percorso storico e ruolo nella società

L’oratorio verso il 1150 d.c. fu esteso con l’abside a pianta quadrata e dal 1300 fu occupato dalle suore di clausura dell’ordine delle Cistercense. Il convento della chiesa di Santa Caterina possedeva terreni fuori dalle porte del paese che venivano concessi ai contadini con contratti di mezzadria e le suore prestavano anche soldi ai cittadini, denaro che derivava dalla gestione delle doti delle suore provenienti dalle famiglie più ricche. Il ruolo sociale era rilevante anche dal punto di vista  degli orfani. Nell’ingesso principale della chiesa di Santa Caterina (sull’attuale corso Garibaldi) c’era una ruota di legno girevole dove le mamme che non potevano allevare i propri figli depositavano i neonati.

portale della chiesa cristiana lungo corso Garibaldi

Portale della chiesa cristiana lungo corso Garibaldi

Miracolo del Crocifisso

La storia di questa chiesa cristiana come detto, ha origine millenaria ma ancor più affascinante è la storia del Miracolo del Crocifisso. Nel 1500 Ortona viene saccheggiata dai Turchi provenienti dal mare e le suore, per avere protezione, si radunarono a pregare davanti al Crocifisso. Mentre erano in preghiera dal Crocifisso stesso sgorga del sangue che viene raccolto in  alcune ampolle poi trasportate a Venezia, in ragione dei rapporti economici con la città per via del porto. Ben quattrocento anni dopo, nel 1937, una delle due ampolle viene riportata ad Ortona  e oggi si trova nell’urna di marmo presente nell’oratorio. Il secondo venerdì del mese, durante la messa, il prete la espone per farla baciare ai fedeli. Curiosità interessante: il sangue è stato oggetto di studio e risulta appartenente al gruppo AB positivo, lo stesso della Sacra Sindone.

Img 1819

Testimonianze del Crocifisso miracoloso

L’affresco del Crocifisso è stato ritrovato sotto l’intonaco durante alcuni lavori di restauro negli anni ’90. Sono presenti nell’affresco il Cristo, con San Giovanni e Maria ed è risalente al 1400. Addirittura i restauratori, staccando dal muro il primo affresco ne trovarono anche un altro risalente al 1250, a testimoniare che quello era il nucleo principale di una piccola chiesa originaria poi ampliata.

La Chiesa di Santa Caterina, storia e miracoli ultima modifica: 2019-01-04T11:09:46+01:00 da Davide De Fabritiis

Commenti

To Top