ARTE EVENTI

Teatro nel teatro, (H) Acca come amore di Antonio Tenisci

Teatro Ortona - Facciata del Teatro Tosti

Vi raccontiamo una serata particolare al Teatro Tosti di Ortona, festeggiando la 50ma replica di (H) Acca come amore, il giallo teatrale scritto da Antonio Tenisci.

La trama di (H) Acca come amore

Innanzitutto qualche cenno sulla trama dell’opera, senza anticipare troppo, essendo un giallo. La storia è ambientata in un teatro, riprendendo l’idea già cara a Pirandello, del “teatro nel teatro”. Una compagnia con anni di esperienza sta per mettere in scena un nuovo spettacolo. L’occasione è particolare perché segna il ritorno sulle scene come attore di Marco Fiorenzi, il regista della compagnia. Ma il giorno precedente alla prima, l’uomo viene trovato morto nella sua stanza all’Hilton. Il commissario Lamberti interrompe le prove e inizia a interrogare gli altri quattro protagonisti della pièce. Il colpevole, per forza di cose, si nasconde tra loro.

Teatro Ortona - Lo spettacolo abbia inizio

I personaggi, chi sarà l’assassino?

I personaggi sono Gilda Salemi, primadonna dello spettacolo e amante della vittima; Teo Rinaldi, attore condannato al ruolo di comprimario sulle scene e nella vita, essendo innamorato della bella Gilda, senza speranze. Abbiamo poi Riccardo Tisci, attore dal grande passato ma il cui fascino è irrimediabilmente in declino. Ultima ma non meno importante, Sabrina Deloy, ex moglie di Tisci ed ex primadonna alla ricerca di riscatto. Presto si scoprirà che tutti hanno avuto occasione e movente, e starà al commissario Lamberti dirimere la complessa trama.

Il teatro nel teatro

Il giallo è costruito nel più classico schema teatrale, con atmosfere influenzate dai grandi del genere, Agatha Christie in testa. Ma con qualche sorpresa. Già, perché fin dalle prime scene ci si accorge di trovarsi, nel vero senso della definizione, dentro la storia. Questo perché, grazie all’artificio narrativo del “teatro nel teatro”, gli attori sono liberi di muoversi tra il pubblico, entrando e uscendo di scena di volta in volta. Ed è davvero emozionante per lo spettatore ritrovarsi a pochi centimetri dagli attori. Un’altra particolarità è nell’inserimento di piccoli intermezzi musicali, assolutamente funzionali alla trama, con brani che vanno dall’Elton John di “Sorry seems to be the hardest word” a “Endless Love” di Diana Ross e Lionel Richie, passando per un gradito omaggio alla colonna sonora della serie “Attenti a quei due”.

Teatro Ortona - Interno del teatro

 

Alla scoperta del colpevole

Interessante per il pubblico è anche il cimentarsi nello scoprire l’assassino. E qui aiuta molto la curiosa origine della pièce che, come rivelato alla fine dello spettacolo dal regista Massimo Paolucci, era stata concepita per la tipica Cena con delitto, per poi essere arricchita nel tempo fino a diventare l’opera messa in scena.

La messa in scena

Ma parliamo anche degli attori e della messa in scena in generale. Senza dubbio il punto forte è l’escamotage che, come detto, permette agli attori di recitare praticamente in mezzo al pubblico. La parte musicale è molto curata, con la bellissima voce di Carolina Ciampoli, a cui fa da giusto contrappunto quella maschile di Gabriele De Guglielmo, e che strappa appalusi a ogni numero. Particolarmente in parte Eliana De Marinis che, nella parte di Gilda, dà vita a una femme fatale molto credibile, divisa tra il dolore per la morte dell’amante e il magnetismo con cui comunque cerca sempre la luce dei riflettori. Particolarmente in parte anche il regista Massimo Paolucci, che impersona con pathos il fascino decadente di Riccardo Tisci. Ma, in generale, tutta la recitazione appare assai credibile e fa dimenticare agli spettatori di trovarsi di fronte a finzione. Questa è la magia del teatro, del resto.

Antonio Tenisci, l’autore ortonese

Un cenno, infine, a Antonio Tenisci, autore di Ortona di cui già vi abbiamo parlato in occasione della recensione de “La Madama”. Tenisci si conferma autore di spessore, anche in questo che è comunque una sorta di divertissement a cui autore e attori sembrano comunque essere molto affezionati.

Teatro nel teatro, (H) Acca come amore di Antonio Tenisci ultima modifica: 2019-01-28T11:18:07+01:00 da Andrea La Rovere

Commenti

To Top